Home / Acqua / Alloro

Alloro

Alloro (Laurus Nobilis)

Etimologia

Il nome del genere dal latino “laus” = lode, per evidenziare le proprietà curative della pianta “lodate” già dagli antichi.

h

Descrizione


h

È una pianta sempreverde,perenne.

Il fusto è eretto, le foglie, ovate, sono verde scuro, coriacee, lucide nella pagina superiore e opache in quella inferiore, sono inoltre molto profumate.
L’alloro è una pianta dioica che porta cioè fiori maschili e fiori femminili su piante separate.

I fiori, di colore giallo chiaro compaiono a primavera.
I frutti sono drupe, nere e lucide.

La impollinazione è prodotta dal vento.

Proprietà ed utilizzi

La presenza nelle foglie di sostanze amare aumenta la secrezione salivare e gastrica inducendo un miglioramento delle capacità digestive e assimilative.
In cucina le foglie del lauro si aggiungono per insaporire piatti di carne, salumi, dolci, bevande, legumi, per preparare marinate e per aromatizzare formaggi.

h

Curiosità


h

La leggenda vuole che Dafne, figlia di Peneo, per sfuggire al corteggiamento di Apollo, chiese di mutare la sua figura, fu così che sotto il suo tocco si trasformò in lauro.
In Grecia come a Roma, divenne simbolo di pace e di vittoria.
Per i romani era un simbolo di successo e nobiltà, tanto nobile, che neppure i fulmini potevano colpirlo, con essa si incoronavano gli imperatori.

Questo uso si è protratta nel tempo e con i suoi rami ornati di bacche si coronava il capo dei nuovi dottori in medicina, pratica per la quale vennero in uso la parola italiana “laureato”.

i giardini sono divisi in quattro aree. Associa il colore ad ogni area. Buona esperienza.
Benvenuti